consigli pratici

obesita_1How did we get into this big, fat mess?

– Dr. Mark Hyman

Appunto… come ci siamo finiti??

E’ da anni ormai che ho avviato una ricerca personale su quali cibi dovrei mangiare per godere di una perfetta salute psico-fisica e quali invece bandire dalla mia tavola, e non nascondo che a tratti questa ricerca assume le sembianze di un vero e proprio lavoro. 😀

Se ti è piaciuto questo articolo:

anacardiRicca di nutrienti e pratica da portare, anche per la sua elevata resistenza alle condizioni ambientali, la frutta secca rappresenta uno degli alimenti ideali per chi pratica attività sportive outdoor.

Queste le principali proprietà della frutta secca e i suoi numerosi benefici: 

Se ti è piaciuto questo articolo:

Volete che il vostro bambino non si ammali? Fatelo giocare all’aria aperta, anche quando fa freddo!

giochi-sulla-neveChissà quante volte, nel vedere fuori brutto tempo e, in particolar modo, le temperature molto basse, avete evitato di uscire all’aria aperta con i vostri figli per timore di farli ammalare.

In questi casi, infatti, meglio tenerli al calduccio, no? Lontani da minacce esterne e da quel freddo micidiale che rischia di far venire un malanno a chiunque, specie ai bambini.

E invece no. Nulla di più errato.

Se ti è piaciuto questo articolo:

prof-doneganiPer chi fa sport è normale pensare a una merenda da mangiare fuori pasto, per esempio se ci si allena la sera dopo una giornata di lavoro, o a qualcosa da mangiare al volo e che sia digeribile e nutriente al tempo stesso. Come la frutta in guscio, che è ricca di grassi ‘buoni’, fibre, vitamine e minerali ed è perfetta come snack per chi ama la vita attiva come noi.

I motivi per cui una manciata di frutti secchi è una merenda perfetta? Ce lo dice il dottor Giorgio Donegani, nutrizionista e presidente di Food Education Italy.

Se ti è piaciuto questo articolo:

trekkingPer chi va in montagna, conoscere qual è la corretta alimentazione al fine di ottenere la massima prestazione dal proprio corpo durante lo svolgimento di attività accomunate dalla fatica quali il trekking, lo scialpinismo, la mountain bike o ancora l’arrampicata, è di fondamentale importanza. Questo aspetto, tuttavia viene spesso assai trascurato da parte dei molti frequentatori, non solo occasionali, delle nostre belle montagne. Proprio per approfondire questo tema ho coinvolto nella stesura di questo articolo, un ospite d’eccezione: il Dott. Filippo Ongaro, medico molto sensibile al tema del rapporto tra alimentazione e benessere, autore di diversi libri di successo nonché collaboratore di giornali e radio nazionali.

Se ti è piaciuto questo articolo:

I giorni del Cammino mi hanno offerto un’esperienza indimenticabile che porterò dentro di me per tutta la vita. Bellissimi paesaggi naturali da percorrere sotto mutevoli condizioni ambientali, in solitaria o in piacevole compagnia, con i piedi doloranti ma sempre con determinazione.

Un’esperienza indimenticabile, dicevo. Tante soddisfazioni sicuramente ma…

Come renderla veramente tale? Cosa è necessario portare nello zaino per evitare che spiacevoli imprevisti rovinino parte del viaggio che tanto avevate atteso? Ecco alcuni miei consigli personali. 😉

Se ti è piaciuto questo articolo:

vescicheUna delle più grandi preoccupazioni di ogni hiker, anche dei più esperti, è sicuramente la comparsa delle vesciche. Piuttosto dolorose e fastidiose quando va bene, altre volte molto provanti e debilitanti. Se hai la sfortuna di soffrire di vesciche ai piedi, segui questi semplici passaggi. 😉

Se ti è piaciuto questo articolo:
healthy breakfast, porridge with berries

Quando si parla di colazione, si parla del pasto più importante di tutta la giornata; il corpo è stato a digiuno per diverse ore e al mattino si deve risvegliare e caricare per affrontare la giornata: non c’è niente di più sbagliato che saltare la prima colazione, soprattutto per i bambini.

Se ti è piaciuto questo articolo: